Patate con stoccafisso alla ghiotta

domenica, agosto 28, 2011

Patate con Stoccafisso  alla Ghiotta

Patate con Stoccafisso alla Ghiotta

Le patate e lo stoccafisso alla ghiotta è un piatto tipico del messinese, e si chiama “piscistocco a ghiotta”. Il pescestocco “a’ ghiotta” si mangia tradizionalmente come piatto unico e accompagnato da abbondante pane casereccio. Il sugo viene utilizzato anche come condimento per la pasta, per cui vi consigliamo di prepararne in abbondanza.

Tempo di preparazione: 15 minuti per la preparazione, 2h per il piatto completo

Tempo di cottura: 120 minuti

Ingredienti per 6 persone:

– 800 gr./1 Kg di stoccafisso (pesce stocco) già rinvenuto in acqua e tagliato a pezzi
– 300 gr. di passata di pomodoro
– 500 gr. di patate
– 100 gr. di olive bianche denocciolate
– 30 gr. uva sultanina
– 30 gr. di pinoli
– 30 gr. capperi
– 2 cucchiai abbondanti di capperi (meglio se di Pantelleria)
– 1 cuore di sedano
– 1 cipolla grande
– sale
– pepe nero o peperoncino
– olio extravergine di oliva
– prezzemolo

Preparazione
1 Tritare finemente la cipolla, lavare il sedano e tagliarlo a cubetti, dissalare i capperi, tagliare le olive a pezzettini, tagliare le patate a spicchi o a pezzetti. Versare olio q.b. in un tegame, preferibilmente di alluminio, abbastanza largo per contenere i pezzi di pesce stocco in un unico strato. Fare rosolare la cipolla, il sedano, le olive ed i capperi. Allungare con mezzo bicchiere d’acqua e fare restringere.

2 Aggiungi poi l’uvetta, i pinoli, le patate a tocchetti, la passata di pomodoro, un po’ d’acqua, far insaporire il sughetto. Aggiustare di sale e di pepe

3 Lasciare cuocere per qualche minuto ed unire i pezzi di pescestocco, adagiandoli dalla parte della pelle (che va eliminata dopo la cottura). Fare cuocere, a fiamma bassa, per una ventina di minuti, appoggiando un coperchio su un cucchiaio di legno, in modo che il vapore acqueo possa fuoriuscire e la salsa non fuoriesca dal tegame.

4 Mettere, quindi, sul pesce uno strato di patate, versare ancora un po’ di sale e fare cuocere per circa 80-90 minuti. Durante la cottura è vietato mescolare gli ingredienti, per evitare che il pesce si sminuzzi. Quello che potete fare è invece scuotere il tegame di tanto in tanto, aiutandovi coi manici. Se proprio è necessario utilizzare il cucchiaio di legno, servirsene solo per spostare il pesce delicatamente. I tempi di cottura sono puramente indicativi, perché dipendono dall’ammollo del pesce e dalla qualità delle patate. Servire su un piatto con una spruzzatina di prezzemolo fresco e buon appetito!

Con questa stessa ricetta si può cucinare anche il baccalà.

N.B.: Prima di cucinare questa ricetta accertarsi di comprare il pescestocco già ammollato e privato di lische e spine. Preferibilmente farsi dare le parti del dorso e della coda, che sono le più morbide.

Qualche notizia sul merluzzo

Il merluzzo, che viene pescato nei Paesi del Nord Europa, viene accuratamente selezionato dopo la fase della pesca. I merluzzi più grossi, dopo essere stati puliti vengono salati ed essiccati, diventeranno baccalà. Quelli di media grandezza, i migliori vengono appesi su impalcature di legno per essiccarli al sole e alla gelida pulita aria artica, e diventeranno Pescestocco o Stoccafisso, che nel meridione d’Italia viene comunemente chiamato anche soltanto “STOCCO” .

Share

Tags:

Category: Piatti unici


Lascia un commento

Go ahead and start typing.